Lettera aperta a papa Francesco

di:

Granada, 22 settembre 2020

Caro p. Jorge Mario, vescovo di Roma-papa Francesco

Da più di due anni sento il desiderio intenso di scriverle poche parole per esprimerle la mia gratitudine per il bene che sta facendo al mondo e alla Chiesa. Ho voluto inviare questa lettera in privato. Ma vedo che non è certo che una simile lettera arrivi al papa.

Nello scrivere questa lettera, il mio desiderio è di sottolineare ed insistere sul fatto che il centro e l’asse della Chiesa non sono la Religione cristiana e l’osservanza fedele dei suoi riti e delle sue norme. Il centro e l’asse della Chiesa è il Vangelo di Gesù. Per come i vangeli presentano ciò che ho appena detto, la Religione e il Vangelo sono incompatibili. Per questo i capi della Religione hanno condannato e ucciso Gesù.

La sottomissione alle osservanze religiose tranquillizza le coscienze. Questo è il motivo per cui la nostra esperienza religiosa non è più affidabile. La volontà di Gesù è stata riassunta nei tre mandati lasciatici da Gesù stesso nell’ultima cena. Volontà riassunta non solo in un mandato, quello dell’Eucaristia, ma in tre: 1) Lavare i piedi degli altri, cioè vivere servendo come schiavi; 2) Condividere il pane e il vino, nei quali Gesù si rende presente nelle nostre vite; 3) Accettare e vivere il «comandamento nuovo», nel quale la «novità» sta nel fatto che Gesù non parla più di amore per «Dio» e per il «prossimo», ma solo dell’«amore reciproco». In questo sta l’elemento distintivo che definisce e caratterizza il cristiano. E proprio per questo nel giudizio finale, annunciato da Gesù in Mt 25, non si menziona neanche Dio: «tutto quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me» (Mt 25,40).

La “Chiesa in uscita” è la Chiesa che non vive più bloccata dai riti e da normative di secoli passati. È la Chiesa che vive per umanizzare questo mondo così disumanizzato e sovraccarico di sofferenze per i più deboli.

A partire da questo progetto, lo Spirito del Signore ci porterà alla verità piena, vivendo uniti al Vescovo di Roma, capo dell’Episcopato secondo la successione apostolica.

Cordialmente uniti e sotto la protezione della Vergine Madre.

  • Pubblicata il 22.09.2020 su Religión Digital. Traduzione a cura di Lorenzo Tommaselli.
Print Friendly, PDF & Email

4 Commenti

  1. Cassiano Vito 26 settembre 2020
  2. Rosalba 25 settembre 2020
  3. Roaalba 25 settembre 2020
  4. Anna 25 settembre 2020

Lascia un commento

UA-73375918-1

Questo sito fa uso di cookies tecnici ed analitici, non di profilazione. Clicca per leggere l'informativa completa.

Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici ed analitici con mascheratura dell'indirizzo IP del navigatore. L'utilizzo dei cookie è funzionale al fine di permettere i funzionamenti e fonire migliore esperienza di navigazione all'utente, garantendone la privacy. Non sono predisposti sul presente sito cookies di profilazione, nè di prima, né di terza parte. In ottemperanza del Regolamento Europeo 679/2016, altrimenti General Data Protection Regulation (GDPR), nonché delle disposizioni previste dal d. lgs. 196/2003 novellato dal d.lgs 101/2018, altrimenti "Codice privacy", con specifico riferimento all'articolo 122 del medesimo, citando poi il provvedimento dell'authority di garanzia, altrimenti autorità "Garante per la protezione dei dati personali", la quale con il pronunciamento "Linee guida cookie e altri strumenti di tracciamento del 10 giugno 2021 [9677876]" , specifica ulteriormente le modalità, i diritti degli interessati, i doveri dei titolari del trattamento e le best practice in materia, cliccando su "Accetto", in modo del tutto libero e consapevole, si perviene a conoscenza del fatto che su questo sito web è fatto utilizzo di cookie tecnici, strettamente necessari al funzionamento tecnico del sito, e di i cookie analytics, con mascharatura dell'indirizzo IP. Vedasi il succitato provvedimento al 7.2. I cookies hanno, come previsto per legge, una durata di permanenza sui dispositivi dei navigatori di 6 mesi, terminati i quali verrà reiterata segnalazione di utilizzo e richiesta di accettazione. Non sono previsti cookie wall, accettazioni con scrolling o altre modalità considerabili non corrette e non trasparenti.

Ho preso visione ed accetto