Palazzo di Londra e terremoto in Vaticano

di:

finanze vaticane

È motivo di grave turbamento quanto accaduto in Vaticano per lo scandalo del palazzo acquistato a Londra. Questi intrighi fanno male alla Chiesa.

L’“affare” della compravendita dell’edificio londinese in Sloane Avenue 60 avrebbe fatto spendere finora al Vaticano la bellezza di 350 milioni di euro per il suo acquisto nel 2012. La guerra tra cordate finanziarie è ora esplosa nuovamente.

Gianluigi Torzi, finanziere italiano con base a Londra, incaricato dal Sostituto della Segreteria di Stato di concludere l’acquisto dell’immobile, con un contratto di cinque anni, il 5 giugno 2020 viene chiamato in Vaticano per l’inchiesta inerente l’acquisto del palazzo. Viene arrestato. Gli vengono imputati peculato, truffa, estorsione e autoriciclaggio e rischia 12 anni di reclusione.

Dai verbali emergono precisi riferimenti a mons. Carlino, già della Segreteria di Stato e a lungo segretario particolare di mons. Giovanni Angelo Becciu, già sostituto della Segreteria di Stato, ora prefetto della Congregazione delle cause dei santi; emerge il nome di mons. Pena Parra, venezuelano, già nunzio, nominato il 15 agosto 2018 sostituto della Segreteria di Stato e responsabile dei fondi impiegati.

Si ha la sensazione che si stiano scontrando le diverse anime della Curia. Pochi giorni dopo lo scoppio del caso, il Segretario di Stato, card. Pietro Parolin, si scontra con il card. Becciu, che definisce le accuse «infanganti» e le respinge «in modo sdegnoso».

Papa Francesco vuole che i responsabili dello scandalo siano assicurati alla giustizia al più presto. Si ipotizza entro giugno. A ingarbugliare la matassa e a far luce sul ginepraio, è arrivata a metà maggio, dopo l’isolamento per il coronavirus, la nomina di mons. Gustavo Zanchetta, amico di Bergoglio, contro il quale la magistratura argentina spiccò nel novembre del 2019 un mandato di cattura per abusi sessuali. Era stato nominato “assessore” dell’APSA nel 2017, con grande scalpore in Argentina.

La truffa ai danni del Vaticano è nelle mani della giustizia vaticana e, benché sotto traccia, continua lo scontro tra l’ex sostituto Becciu e il nuovo sostituto Edgar Pena Parra. Partecipa allo scontro una nutrita schiera di mediatori e finanzieri.

I 350 milioni finora spesi dal Vaticano per il palazzo di Sloane Avenue 60 sono un macigno, che fa infuriare il mondo cattolico, anche perché si parla di documenti con i quali lo stesso papa – ovviamente abbindolato e strattonato – avrebbe autorizzato i movimenti di denaro dell’Obolo di San Pietro, la raccolta di offerte che viene consegnata al papa solitamente nella solennità dei santi Pietro e Paolo a beneficio dei poveri.

Vi è la sensazione che, attorno al papa, vi siano personaggi, sia ecclesiastici sia laici, a dir poco ambigui, se non addirittura senza scrupoli. Non è strano che il Segretario di Sato, card. Parolin, abbia tacciato l’affare di opacità, ricevendo la smentita del card. Becciu. Incredibile che la decisione di investimenti all’estero non avvenga nella chiarezza. Si sa che Parolin trovasse sempre grandi difficoltà a farsi dare i resoconti dall’ex sostituto Becciu.

Di fatto serpeggia una profonda amarezza, se non addirittura indignazione: appaiono e scompaiono come neve al sole decine di milioni di euro. Si dice che vi siano altri depositi di denaro all’estero da portare alla luce. Viene riportata la voce di un amico di papa Francesco che, nei confronti del card. australiano Pell, condannato per molestie sessuali e poi assolto in appello a Melbourne, il processo sia stato imbastito «con cannoni australiani e munizioni vaticane». Era noto che Pell non godesse la simpatia di certi ambienti vaticani.

Come andrà a finire lo scandalo? Quali gli effetti del terremoto? Dicono che il papa sia deciso ad andare fino in fondo, ma la recente nomina di Zanchetta è inquietante.

Print Friendly, PDF & Email
Facebooktwitterredditpinterestlinkedintumblrmail

7 Commenti

  1. Fabio Durantini 22 giugno 2020
  2. Adelmo Li Cauzi 20 giugno 2020
  3. Jack, ex-curiale 20 giugno 2020
    • Francesco Strazzari 21 giugno 2020
  4. Jack, ex-curiale 20 giugno 2020
  5. Jack 19 giugno 2020
  6. Caterina Lacancellera 19 giugno 2020

Lascia un commento

UA-73375918-1

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Clicca per avere maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie di servizio ed analisi per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetto", acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi