P. Federico Lombardi lascia Radio Vaticana

di:
P. Federico Lombardi

P. Federico Lombardi sj, direttore di Radio Vaticana e della Sala stampa vaticana

A fine febbraio p. Federico Lombardi lascia la direzione della Radio Vaticana di cui è stato direttore dal 1991.

In anni recenti ha cumulato anche la responsabilità del Centro televisivo vaticano (CTV) e di direttore della sala stampa, compito, quest’ultimo, che gli rimane.

Qualche tempo fa, passeggiando nei lunghi corridoi della radio, dopo aver discusso sul cambio di pontificato fra Benedetto XVI e Francesco, gli ho chiesto come poteva sintetizzare il cambiamento. Ha risposto che tutto rimaneva nel rapporto fra l’80% e il 20%. Con papa Benedetto spendeva l’80% delle energie a contenere le critiche e i sospetti verso il pontefice e il 20% ad alimentare l’apprezzamento per i suoi testi e decisioni. Con papa Francesco era esattamente il contrario. Ma la differenza non intaccava in nulla il senso del suo servizio ecclesiale e il suo rapporto con i pontefici.

L’alta professionalità con cui ha spiegato, smussato, giustificato, motivato e illustrato i molti passaggi di questi anni si è progressivamente imposta a tutti. Anche ai settori dei media pregiudizialmente ostili. Mi ricordava infatti lo sforzo sistematico di avere lo stesso atteggiamento verso tutti e di non privilegiare nessuno a scapito di altri. Condivideva lo sforzo in atto di dare coordinamento e unitarietà alle molte fonti informative vaticane, ma sottolineava anche la delicatezza del compito per il numero dei dipendenti interessati, per le diverse autorità di riferimento, per i legami con alcuni ordini religiosi. Un processo, guidato dal prefetto, mons. Dario Eduardo Viganò, che trova ora un primo risultato: l’accorpamento fra radio e CTV. Il sorriso benevolo e non ingenuo di p. Lombardi rimarrà per trasmettere il senso delle scelte di papa Francesco.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

UA-73375918-1

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Clicca per avere maggiori informazioni.

Questo sito utilizza esclusivamente cookie di servizio ed analisi per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetto", acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi