Il Natale di don Primo Mazzolari

di:
Primo Mazzolari, Il Natale

Primo Mazzolari, Il Natale

Il tascabile propone dodici brevi «elevazioni» natalizie scritte da don Primo Mazzolari fra il 1937 e il 1958 sulle pagine di numerose testate che lo ospitavano come consueto collaboratore: L’Italia di Milano, L’Eco di Bergamo, Il Nuovo cittadino di Genova, dal 1949 il suo Adesso. Il volumetto ripropone alcuni degli scritti già scelti da Rienzo Colla per una fortunata pubblicazione dal titolo Il Natale (La Locusta, Vicenza 1963, poi riedita più volte negli anni successivi); questa volta però Mariangela Maraviglia opera però una scelta parzialmente diversa, introducendo altri testi. L’intento della curatrice, pubblicista e saggista esperta di cattolicesimo contemporaneo, è quello di rendere ancora fruibile la parola ardente e innamorata di Primo Mazzolari. L’accostamento dei testi e del nome dell’autore indica una consonanza profonda dei toni della predicazione di Mazzolari con il senso del Natale, la più intima e più amata delle feste cristiane. Non si tratta di una lettura dotta ed erudita, ma del personale accostamento del testo evangelico con la sua esperienza e il suo cuore.

Attraverso la voce di Mazzolari, nutrita di respiro e di rimandi evangelici, il lettore riassapora la domanda dell’uomo proteso nell’attesa di Dio; la meraviglia di un Dio che «prende dimora tra gli uomini»; la realtà di uno Spirito che «cammina» a dispetto di quanti lo vorrebbero imprigionare; la comunione fraterna che dà corpo e legittimità alla preghiera; la gioia di una promessa realizzata da incarnare nella quotidiana testimonianza. Una lettura profonda ma per nulla gravosa, adatta come meditazione personale, come spunto di predicazione e di catechesi o come piccolo regalo.

Indice degli scritti:

  • Una grande parola: amore (Il Nuovo cittadino, 1937)
  • Ci sei Tu! (L’Italia, 1939)
  • Presepio senza uomini (La Vita Cattolica, 1947)
  • È Natale! (L’Eco di Bergamo, 1949)
  • Tregua natalizia (Adesso, 1953)
  • Per niente non è venuto. Jucundare, jucundare quia venit (Adesso, 1954)
  • La luce splende (La Vita Cattolica, 1955)
  • Il Natale bloccato (Adesso, 1956)
  • Non fermiamo il Signore (Adesso, 1957)
  • I pastori (La Vita Cattolica, 1957)
  • Pace, nostra ostinazione (Adesso, 1958)
  • La nostra scarsa accoglienza non è un po’ colpa sua? (La Vita Cattolica, 1958)

Primo Mazzolari, Il Natale. A cura di Mariangela Maraviglia, Collana «Primo Mazzolari», EDB, Bologna 2016, pp. 80, € 6,90. ISBN 9788810109526

Descrizione dell’opera

In occasione di ciascun Natale la voce del parroco don Primo Mazzolari (1890-1959) si levava non solo nella forma della predicazione orale, propria del suo ministero presbiterale svolto prima a Cicognara e poi a Bozzolo (Mantova), ma pure nella forma scritta, affermatasi ben presto come naturale complemento del suo servizio e della sua attività. Sulle pagine di numerose testate che lo ospitavano come consueto collaboratore – LItalia di Milano, LEco di Bergamo, Il Nuovo cittadino di Genova, dal 1949 il suo Adesso – si susseguivano con regolarità le sue meditazioni natalizie, frutto di una lettura non dotta ed erudita ma del personale accostamento del testo evangelico con la sua esperienza e il suo cuore.

Alcune di queste «elevazioni», come amava chiamarle don Primo, furono scelte da Rienzo Colla per una fortunata pubblicazione dal titolo Il Natale, La Locusta, Vicenza 1963, poi riedita più volte negli anni successivi. Altri titoli accostano la festività natalizia al nome del parroco lombardo, a indicare una consonanza profonda dei toni della sua predicazione con il senso della più intima e più amata delle feste cristiane.

Il testo che ora viene proposto non riproduce il volume del 1963. Pur mutuandone il titolo e le fonti – Adesso e le testate sopra ricordate – propone una diversa scelta, nell’intento di rendere ancora fruibile la parola ardente e innamorata di Primo Mazzolari. Attraverso la sua voce, nutrita di respiro e rimandi evangelici, si riassapora la domanda dell’uomo proteso nell’attesa di Dio; la meraviglia di un Dio che «prende dimora tra gli uomini»; la realtà di uno Spirito che «cammina» a dispetto di quanti lo vorrebbero imprigionare; la comunione fraterna che dà corpo e legittimità alla preghiera; la gioia di una promessa realizzata da incarnare nella quotidiana testimonianza.

Note sull’autore

Don Primo Mazzolari (1890-1959), prete dal 1912, dopo essere stato cappellano militare al tempo della prima guerra mondiale trascorse la sua vita come parroco di piccoli paesi di campagna a due passi dal Po, prima Cicognara e poi Bozzolo, in provincia di Mantova. I suoi scritti e le sue predicazioni lo imposero all’attenzione pubblica, ma attirarono su di lui anche molte misure disciplinari della gerarchia. Don Primo si sforzò di vivere e di proporre il vangelo nella sua integralità, anticipando molte acquisizioni del concilio Vaticano II. Di grande rilievo furono le sue riflessioni sulla parrocchia, sui «lontani» e sui poveri, sulla pace e la giustizia sociale.

Note sulla curatrice

Mariangela Maraviglia (Pistoia), pubblicista e saggista, si è occupata di figure del cattolicesimo contemporaneo impegnate in ambito sociale e nel dialogo ecumenico. È membro del Comitato scientifico della Fondazione «Don Primo Mazzolari». Ha curato l’edizione critica del volume di don Primo Mazzolari Tempo di credere (EDB 2010).

Acquista Il Natale.

Print Friendly, PDF & Email
Tags:

Lascia un commento

UA-73375918-1

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Clicca per avere maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie di servizio ed analisi per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetto", acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi