San Paolo, vita e teologia

di:

Introduzione a Paolo

Nato a Gravina (Bari) nel 1959, l’autore è docente stabile ordinario di esegesi biblica all’Istituto teologico pugliese (Facoltà teologica pugliese), addottorato al PIB di Roma nel 1998 con una tesi dal titolo “Gioia e sofferenza nell’apostolato. Analisi retorico-semantica di 2Cor 1–7”. Espressione del suo insegnamento accademico, il volume presenta un’introduzione sintetica e aggiornata sulla biografia e sulla teologia dell’Apostolo.

Esposto brevemente il posto di Paolo nella Chiesa (pp. 7-16), Lorusso analizza i dati biografici disponibili su Paolo: le fonti, la persona, la formazione (dipendenza dal mondo giudaico e da quello ellenistico; conversione; erede della tradizione; i viaggi), le lettere paoline e il genere epistolare.

Esaminando al teologia di Paolo (pp. 55-66), vi cerca la chiave, per poi esaminare il tema del vangelo e quello del piano salvifico di Dio.

Al Vangelo di Gesù Cristo e ai suoi effetti l’autore dedica il c. IV della sua opera (pp. 67-96). Egli studia i titoli cristologici, sottolineando le somiglianze e l’originalità della cristologia paolina rispetto a quella presente negli altri scritti del NT. Di unico in Paolo, per l’autore, vi è la tipologia dell’“ultimo Adamo”.

Esaminata la terminologia usata per descrivere la morte e la risurrezione di Cristo, Lorusso si sofferma su dieci effetti dell’evento Cristo: giustificazione, salvezza, riconciliazione, espiazione, redenzione, libertà, santificazione, trasformazione, nuova creazione e glorificazione.

Nel c. V (pp. 97-120) l’autore studia la prospettiva escatologica di Paolo, la sua antropologia e la sua concezione della Legge.

L’ultimo capitolo del libro (pp. 121-148), che precede la conclusione (pp. 149-150) e la bibliografia (pp. 151-154), è dedicato all’incorporazione in Cristo e alla Chiesa. Lorusso enuclea i temi dell’incorporazione in Cristo tramite la fede, l’amore, il battesimo e l’eucaristia, per poi passare all’esame delle frasi proposizionali e il corpo di Cristo: l’immagine della Chiesa come corpo e quella di Cristo come capo. Circa la Chiesa, Lorusso sottolinea la sua dimensione pneumatica, esemplificata nei carismi, e quella istituzionale con i suoi ministeri istituzionali e non. La descrizione della dimensione missionaria dell’apostolato chiude il volume.

Il volume rappresenta un’opera preziosa per una presentazione sintetica della figura di Paolo. Il dettato è volutamente didattico, sintetico ed essenziale. È pensato per il corso introduttivo del ciclo istituzionale. L’autore riporta il pensiero di vari autori circa diverse questioni (ad es. il centro della teologia paolina e la cronologia) e non sempre prende una posizione personale.

Da discutere il mantenimento tranquillo della dizione “conversione” per descrivere l’evento di Damasco e la difficoltà a individuare un centro della sua teologia. Sarei meno generico e, rigettata giustamente la comprensione “luterana”, vedrei nel Cristo morto e risorto il centro della sua teologia, da cui Paolo parte per ricavarne le conseguenze personali, ecclesiali e morali.

Volume da raccomandare agli studenti degli ISSR, del ciclo istituzionale e a quanti vogliono avere una ricca introduzione alla figura e al pensiero di un apostolo non sempre facile da comprendere, ma essenziale nella teologia del NT e per la vita della Chiesa di oggi.

Giacomo Lorusso, Introduzione a Paolo. Profilo biografico e teologico (Studi Biblici 84), EDB, Bologna 2018, pp. 160, € 14,50. 9788810410363

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

UA-73375918-1

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Clicca per avere maggiori informazioni.

Questo sito utilizza esclusivamente cookie di servizio ed analisi per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetto", acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi