Senza te non cammino

Camminare senza te, Signore, è a vuoto;
la tua parola di fuoco è il mio sentiero;
mi hai incontrato stanco e prigioniero
del deserto, del cardo e del rovo.

Riposa qui con me del cammino,
che in Emmaus c’è grano e granaio,
c’è un poco di vino e una pergola
che ripara il tuo sogno, Pellegrino.

Io con te, Signore, ferito e cieco;
tu con me, Signore, febbricitante,
l’aria quieta, il cuore in fiamme.

E in un dialogo assetato e tormentato
si incontreranno in un medesimo battito,
faccia a faccia, il tuo amore e il mio peccato.

[Inno della Liturgia delle ore latinoamericana]

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

UA-73375918-1

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Clicca per avere maggiori informazioni.

Questo sito utilizza esclusivamente cookie di servizio ed analisi per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetto", acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi