Ciola: Gesù Cristo Figlio di Dio

di: Edizioni Dehoniane Bologna

Nicola Ciola, Gesù Cristo Figlio di Dio

Descrizione

La teologia degli ultimi decenni ha ripetutamente evidenziato l’eccellenza dei tratti squisitamente umani di Gesù di Nazaret, ma per affermare la vera e straordinaria umanità di Gesù è necessario scendere più in profondità fino a cogliere la sua misteriosa identità di Figlio di Dio. Gesù è «vero uomo» perché non solo «perfettamente uomo», ma anche perché «Uomo perfetto», come ha insegnato il concilio Vaticano II, sulla scia della dottrina dei Padri della Chiesa. La confessione di fede e il riconoscimento di Gesù Cristo, Figlio di Dio, rappresenta il tornante decisivo e la questione capitale del cristianesimo: l’identità messianica di Gesù va infatti oltre l’umano perché ci troviamo davanti a Dio stesso.

Sommario

Abbreviazioni e sigle.  Prefazione.  Introduzione.  I. Prolegomeni: contesto e profilo epistemologico della cristologia. 1. Lirresistibile attrattiva di Gesù di Nazaret.  2. La cristologia sistematica e il suo metodo.  II. Gesù di Nazaret, tra fede credente e vicenda storica. 1. Lanamnesi ecclesiale come grembo della storia di Gesù di Nazaret.  2. Gesù e le attese di salvezza.  3. Gesù di Nazaret, un ebreo non omologabile, nel contesto vitale del suo tempo.  4. La «causa» di Gesù è il Regno.  5. Gesù e la sua parola «nuova».  6. Lautorevolezza dei «segni» che Gesù operava.  7. La coscienza che Gesù aveva di se stesso.  8. Il rapporto dialogico di Gesù con Dio suo Padre.  9. La dotazione «pneumatica» della figura messianico escatologica si realizza in Gesù.  10. «Chi» è Gesù si manifesta dal «verso dove» Gesù va: lepilogo a Gerusalemme.  11. Gesù di fronte al suo destino di passione e morte.  12. Significato escatologico e soteriologico della morte in croce di Gesù.  13. La risurrezione come compimento della storia di Gesù.  14. Il Crocifisso-Risorto annunziato dalla Chiesa.  III. Gesù Cristo negli sviluppi della tradizione ecclesiale. 1. La cristologia nella Chiesa antica (sec. I-III).  2. L unità di Cristo nel grande dibattito tra i secoli IV-VIII.  3. La cristologia medioevale nel passaggio tra teologia monastica e teologia scolastica.  4. La cristologia tra epoca moderna e contemporanea.  5. La cristologia tra XX e XXI secolo: tra sfide e prospettive.  Bibliografia generale.  Indice biblico.  Indice dei nomi.

Note sull’autore

Nicola Ciola, professore ordinario di Cristologia e decano della Facoltà di Teologia della Pontificia Università Lateranense, è membro della Pontificia Accademia di Teologia e socio dell’Accademia Fulgina di Lettere Scienze e Arti. Con EDB ha pubblicato Gesù Cristo nostra speranza. Saggio di escatologia in prospettiva trinitaria (con Marcello Bordoni, 2008/4) e Teologia trinitaria.  Storia, metodo, prospettive (2000/2). Con Antonio Sabetta e Pierluigi Sguazzardo è curatore del saggio di Cristologia sistematica in tre volumi scritto da Marcello Bordoni con il titolo Gesù di Nazaret Signore e Cristo.

Nicola Ciola, Gesù Cristo Figlio di Dio. Vicenda storica e sviluppi della tradizione ecclesiale. Nuova edizione, Collana «Nuovi Saggi Teologici – Series Maior», EDB, Bologna 2017, pp. 712, € 60,00. 9788810412299

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Lascia un commento

UA-73375918-1

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Clicca per avere maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie di servizio ed analisi per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetto", acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi