Luoghi dello spirito /1. Boves (CN)

di: Barbara Garavaglia

Santuario Sant’Antonio
Boves (Cuneo)

Indirizzo  Regione Sant’Antonio 7
Recapiti

 0171.38.09.06
www.santantonioboves.it
agape@santantonioboves.it

Informazioni in breve: Centro di spiritualità domestica. Dispone di diverse camere per l’accoglienza di singoli, di coppie, come pure di diverse camere per l’accoglienza di singoli, di coppie o di famiglie con figli. Il centro è dotato di una sala per i giochi dei bambini, di un refettorio, di una cucina e di una sala per gli incontri. Gli ospiti hanno a disposizione un parco interno. Inoltre, la vicinanza di zone boscose rende il luogo particolarmente adatto alla ricerca di silenzio e di concentrazione. Per tutti i corsi è previsto un servizio di animazione per i bambini.

Il santuario di Sant’Antonio si trova a 700 metri di quota, in provincia di Cuneo, ed è co­stituito da una chiesa e da un complesso abitati­vo. La casa è abitata da Umberto e Maria Grazia Bovani, entrambi insegnanti, e dai loro tre figli; hanno ricevuto questo complesso in comodato d’uso dalla diocesi di Cuneo.

Dopo un anno di lavoro, i coniugi hanno ini­ziato il loro progetto di accoglienza. La particola­rità di questa struttura è di essere una casa di spi­ritualità «su misura» per le famiglie. «Dal 1997 siamo in questa struttura che era stata dismes­sa», racconta Umberto. «Abitando qui, abbiamo visto meglio quali spazi fisici e interiori potessero permetterci di fare accoglienza e di aiutare altri a compiere una rilettura della propria vita. Noi, sin da ragazzi, abbiamo abbracciato la spiri­tualità di sant’Ignazio e abbiamo vissuto l’espe­rienza dei suoi esercizi spirituali che mettono al centro il trovare Dio in ogni cosa. Abbiamo scel­to di metterci a servizio di questa ricerca come coppia».

Il santuario di Boves è diventato un centro di spiritualità domestica che si avvale della collabo­razione di alcuni gesuiti, aperto a singole persone in ricerca vocazionale, a coppie di fidanzati, a spo­si e a famiglie con figli. Inoltre, gruppi già strut­turati e organizzati possono domandare ospitali­tà, in date da concordare, su tematiche inerenti ai corsi proposti. In qualsiasi momento dell’anno è possibile praticare esercizi spirituali individuali guidati dai coniugi Bovani.

Il metodo è semplice ed essen­ziale: individuare le problematiche fondamentali della vita di relazione e affettiva; provare a coglie­re come la vita personale interagisca con quelle problematiche; condividere con l’altro la propria esperienza, dando spazio al dialogo e soprattutto all’ascolto.

«La risposta delle famiglie è sicuramente al di là delle aspettative», conclude Umberto Bovani. «Abbiamo intuito che le famiglie sono assetate di proposte fatte da laici, calate nella vita familiare quotidiana, di una spiritualità riconoscitiva della vita domestica. La spiritualità è centrale per dare prospettiva alla vita familiare e deve essere una spiritualità viva».


Garavaglia, Luoghi dello spiritoLa scheda è tratta dal volume di Barbara Garavaglia, Luoghi dello spirito. Guida pratica ai centri di spiritualità per famiglie. Introduzione di Luciano Moia, Collana «Lapislazzuli», EDB, Bologna 2017, pp. 72, € 9,50. 9788810559000

Print Friendly, PDF & Email
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Lascia un commento

UA-73375918-1

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Clicca per avere maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie di servizio ed analisi per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetto", acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi