L’aramaico biblico

di: Roberto Mela

Introduzione all’aramaico biblico

Nel 1981 lo scrivente si trovò a dover studiare al PIB di Roma la lingua aramaica su un testo di un professore spagnolo edito in latino del 1933 e ristampato nel 1980. Saluta perciò con grande entusiasmo il presente volume composto direttamente in lingua italiana. Il quarantanovenne frate minore prof. Gregor Geiger, di origine tedesca, è professore straordinario di ebraico biblico e lingue semitiche presso lo Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme.

In questo volume egli presenta il frutto del suo insegnamento della lingua aramaica che dura ormai da quindici anni. Si tratta di dieci lezioni previste in un corso semestrale, che presuppongono la conoscenza della lingua ebraica.

Esse permettono di acquisire gli elementi grammaticali e sintattici necessario per leggere e tradurre i vari testi biblici composti in lingua aramaica: Esd 4,8–6,18; 7,12-26; Dn 2,4–7,28; Gen 31,47; Ger 10,11. Due lezioni portano esempi tratti da altri testi in lingua aramaica: parole e frasi del Nuovo Testamento; un tentativo di retroversione del Padre Nostro dal greco del NT; un capitolo del Targus Onkelos e una lettera di Bar Kochba.

Ogni lezione propone l’esposizione e la spiegazione di vari elementi grammaticali e sintattici, un dizionario riguardante la lezione, alcune frasi di esercizio riportanti esattamente il testo biblico. In chiusura del volume viene riportato un vocabolario completo dei vocaboli aramaici che compaiono nei testi biblici.

Molto spazio del volume è dedicato alle note a piè di pagine che sono ricche di spiegazioni glottologiche, con ampio riferimento alle lingue semitiche, in primis all’arabo. La morfologia trova un’esposizione sintetica ma esaustiva. Anche nelle spiegazioni riportate nel corpo della lezione si fa abbondantemente il confronto con le strutture terminologiche e sintattiche della lingua sorella, l’arabo, più conservativa dell’aramaico e dell’ebraico. Le notazioni di storia della lingua risultano così molto interessanti e utili per la memorizzazione e per la spiegazione dei fenomeni morfologici incontrati.

Il volume si apre con la bibliografia (pp. 15-16) e si chiude con il vocabolario (pp. 89-112) e l’indice delle citazioni bibliche (pp. 113-117).

Non esistono molte introduzioni all’aramaico biblico edite in lingua italiana. Mentre plaudiamo quindi al pregevole lavoro didattico del prof. Geiger, frutto della sua fatica ricordiamo anche – composto insieme allo scomparso H. Fürst – il volume Terra Santa, pregevole guida ufficiale della Custodia di Terra Santa.

Gregor Geiger, Introduzione all’aramaico biblico, (Studium Biblicum Analecta 85), Edizioni Terra Santa, Milano 2018, pp. 122, € 16,00, ISBN 9-78-8-862-40-562-1.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Un commento

  1. Angela 12 ottobre 2018

Lascia un commento

UA-73375918-1

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Clicca per avere maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie di servizio ed analisi per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetto", acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi