Germania: Parrocchia, parliamone insieme – tutti

di:

Al termine della seduta del Consiglio permanente della Conferenza episcopale tedesca (DBK), tenutasi oggi a Würzburg, i vescovi hanno comunicato la volontà di aprire un dialogo con la Congregazione per il clero in merito alla recente Istruzione sulla parrocchia. Questo dopo che il prefetto della Congregazione, card. B. Stella, aveva comunicato al presidente della DBK, mons. G. Bätzing, la disponibilità ad aprire un tavolo di confronto sugli snodi principali dell’Istruzione – rispetto alla quale la maggior parte dei vescovi della Chiesa tedesca si erano espressi in maniera critica.

Si riconosce che l’Istruzione «ha un grande rilievo per il lavoro delle comunità parrocchiali, anche se alcuni aspetti – non da ultimo tenendo conto dei processi strutturali che sono in atto in quasi tutte le diocesi – hanno bisogno di una discussione approfondita con il Vaticano».

Il presidente della DBK prenderà contatto con la Congregazione per il clero nel giro di breve, proponendo che agli incontri prenda parte come rappresentanza della Chiesa tedesca l’Ufficio di presidenza del Cammino sinodale, «perché nel documento vaticano vengono chiamati in causa nella stessa misura vescovi, preti, diaconi e laici» ed è quindi doveroso che il confronto coinvolga tutti i soggetti ecclesiali interessati. Sono membri dell’Ufficio di presidenza del Cammino sinodale mons. Georg Bätzing, presidente della DBK e vescovo di Limburg; il prof. Thomas Sternberg, presidente del Comitato centrale dei cattolici tedeschi; mons. Franz-Josef Bode, vice-presidente della DBK e vescovo di Osnabrück; Karin Kortman, vice-presidente del Comitato centrale dei cattolici tedeschi.

Con questa proposta il Consiglio permanente della DBK ha sparigliato le carte nell’accettare l’offerta di dialogo e incontro proveniente dalla Congregazione per il clero. Bisognerà vedere se le istanze vaticane sono pronte ad aprire una discussione ufficiale con una rappresentanza della Chiesa cattolica tedesca che non si limita unicamente al personale episcopale, ma coinvolge intenzionalmente tutto il movimento del cattolicesimo tedesco che sta lavorando a una riconfigurazione delle forme di presenza della Chiesa locale nel paese e dei rapporti interni a essa.

Print Friendly, PDF & Email
Facebooktwitterredditpinterestlinkedintumblrmail

Lascia un commento

UA-73375918-1

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Clicca per avere maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie di servizio ed analisi per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetto", acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi