Epicoco: La vita come la fine del mondo

di:

copertina

Descrizione

Il fascino che il libro dell’Apocalisse esercita su chi legge la Bibbia è straordinario. È un fascino che alle volte ci tiene distanti, forse per paura di sperimentare il limite della nostra comprensione o per quella sottile angoscia che ci scatta dentro quando dobbiamo pensare alla fine del mondo. Ma allo stesso tempo è un fascino che ci porta ad approfondire l’ultimo libro biblico alla ricerca di qualche indizio che ci sveli il futuro. In verità l’Apocalisse non ci parla del futuro, ma di quel presente che è l’eternità sottesa ad ogni istante.

Sommario

Premessa. 1. La vita è un mistero, non un enigma. 2. Alla Chiesa di Efeso: il primato dell’amore. 3. Alla Chiesa di Sardi: i morti che si credono vivi. 4. Alla Chiesa di Filadelfia: La debolezza e la fedeltà. 5. Alla Chiesa di Laodicea: la tiepidezza come tragedia vera. 6. Il piccolo libro. 7. La donna e il drago. 8. «Babilonia la grande». 9. La luce. 10. Come un inizio.

Note sull’autore

Luigi Maria Epicoco, sacerdote della diocesi di L’Aquila, insegna Filosofia alla Pontificia Università Lateranense ed è preside dell’Istituto di scienze religiose Fides et Ratio di L’Aquila. Si dedica alla formazione di religiosi e laici attraverso incontri, predicazioni di esercizi spirituali e conferenze in tutta Italia. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni, molte delle quali tradotte in inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco, coreano.

Luigi Maria Epicoco, La vita come la fine del mondo. Meditazioni sull’Apocalisse, EDB, Bologna 2021, 240 pp., 19,00 euro.

Print Friendly, PDF & Email
Facebooktwitterredditpinterestlinkedintumblrmail

Lascia un commento

UA-73375918-1

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Clicca per avere maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie di servizio ed analisi per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetto", acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi